lo studio di motion graphic in italia che consiglia trucchi di creatività e storytelling

10 consigli su creatività e storytelling per “aspiranti motion designers”

Che tu lavori nel miglior studio di motion graphic in italia oppure tu sia un aspirante motion designer, una delle parti più difficili del nostro lavoro è sempre la stessa: l’ideazione della creatività di un progetto.

L’ostacolo della “tela bianca” è una delle fasi più delicate ma, a mio avviso, è una delle più importanti e divertenti!

Se la tua prima mossa è quella di andare a cercare sul web la “reference perfetta”, ti suggerisco di continuare a leggere questo articolo!

Trovare delle buone references è sicuramente utile per capire e valutare alcuni aspetti del progetto, ma non ti permetterà di creare una creatività solida.

In questo articolo, voglio condividere con te alcuni consigli e aspetti fondamentali che ti possono aiutare a migliorare la tua direzione creativa e lo storytelling e portarle al “livello successivo.”

Andiamo ad approfondire!

1_Inizia con impatto, finisci in modo speciale

2_Non dire ma “suggerisci”

3_Coinvolgi il tuo cliente

4_Ricerca l’inaspettato

5_Dal basso, fino al cielo!

6_Imposta il mood partendo dalla musica!

7_Impara le basi di regia

8_Includi del sound design di qualità

9_Sei un designer, non un artista!

10_Progetta per il tuo target

1_Inizia con impatto, finisci in modo speciale

Per realizzare un’animazione di motion design che lasci il segno, inizia con qualcosa che impressioni e catturi l’attenzione dell’audience.

Si può trattare di una situazione inaspettata, un design d’impatto, un suono o un’animazione particolare.

Mantieni viva l’attenzione del tuo spettatore, articolando una storia intorno al tuo soggetto, creando tensione e coinvolgimento.

Quando stai per raggiungere la fine della tua storia, terminala in modo speciale e lascia l’osservatore con qualcosa d’ inaspettato, un messaggio, un pensiero, ponigli una domanda o lasciagli un’azione da fare!

2_Non dire ma “suggerisci”

Quando vuoi comunicare un messaggio a un pubblico, il mio consiglio è di “suggerire” il concetto.

Con questa frase, intendo di non esplicitare il concetto in maniera palese o troppo presto; lascia che sia l’utente a comprendere l’intero significato del messaggio, ragionandoci e riflettendo.

Suggerisci il significato del messaggio ma non esplicitarlo direttamente!

Questo consiglio è talmente efficace che funziona anche con le immagini:

Le persone adorano guardare qualcosa che è parzialmente coperto da qualcos’altro.

Il nostro cervello, si sforzerà per cercare di completare le parti mancanti e il risultato sarà un’immagine più coinvolgente e maggiormente ricca di significato.

3_Coinvolgi il tuo cliente

L’ 80% del tuo tempo come motion designer sarà verosimilmente dedicato alla creazione di contenuti animati per un cliente.

Per ottenere migliori risultati, e clienti più felici, il mio consiglio è di coinvolgere in qualche modo il tuo cliente nel processo creativo.

Se hai dei dubbi su qualche aspetto di narrazione, chiedi suporto al tuo cliente, mostragli delle opzioni e approfondisci che “cosa ha in testa.”

Quando il tuo cliente descrive ciò che vorrebbe, con parole astratte, non cercare d’ interpretarle ma analizzale e poni domande più specifiche.

Fare domande è un modo molto efficace di scoprire cosa il cliente si aspetta da te!

Immagina che il cliente sia coinvolto nel processo creativo. In quel caso, sarà maggiormente felice del risultato finale perché è anche espressione del suo pensiero e, a volte, lavorando insieme si può arrivare a soluzioni persino maggiormente efficaci, oltre a creare relazioni più solide!

Ricorda, è legittimo (e praticamente certo) che il cliente esprima la sua opinione in merito al progetto in ogni caso!

Per questo motivo, credo sia molto meglio coinvolgerlo nelle prime fasi del tuo processo creativo ed ottenere approvazioni nelle varie fasi piuttosto che ritrovarti a fare il lavoro “due volte” ed arrabbiarti per questo!

4_Ricerca l’inaspettato

La pre-produzione è fondamentale, ma non è tutto!

Quando progetti un’animazione, il mio consiglio è di programmare il maggior numero di aspetti possibile ma anche di lasciare uno spazio per l’inaspettato!

Molto probabilmente, non andrà tutto come previsto e devi essere pronto a cambiare i tuoi programmi! Sii anche preparato a scovare i famosi “happy accidents” che spesso sono la vera magia di un’animazione in motion design!

Vai fuori dalla tua zona di comfort, approccia una soluzione da un punto di vista totalmente opposto rispetto a quello che stavi seguendo inizialmente.

Sperimenta una nuova, e magari, strana soluzione e scoprirai delle “miniere d’oro!”

Sii pronto per l’inaspettato e sii aperto nel ricercarlo!

5_Dal basso, fino al cielo!

Quando stai lavorando su un’animazione, una storia o un design, inizia abbozzando qualcosa.

Non andare subito a curarti dei dettagli, cercando di valorizzare al massimo quello che stai facendo.

Abbozza il tuo design e la tua storia; crea diverse opzioni e alternative!

L’obiettivo è di capire velocemente qual’è la soluzione migliore su cui concentrarsi.

Quando hai capito qual’è l’opzione migliore della tua storia, animazione o design, cerca di ottenere un’approvazione dal tuo cliente e lavoraci su fino a renderla perfetta “al pixel!”

Così facendo, ti assicurerai di dedicare la giusta quantità di tempo per la migliore soluzione.

Mi piace pensare a un progetto come a un artista che approccia la creazione di una scultura:

Si parte da un blocco gigante di marmo e lo si rifinisce finché esso diventa leggero e dettagliato come un tessuto!

6_Imposta il mood, partendo dalla musica!

La prossima volta che stai per creare la tua animazione in motion design, prova a partire dalla musica!

Prova a pensare ai tipi di suoni che potrebbero essere ideali per la tua animazione, per trasmettere la sensazione ed il messaggio che stai per comunicare.

Ricerca una musica che possa riflettere queste sensazioni e usala per ricreare lo spirito della tua animazione.

Anche se non sarà l’audio finale, in ogni caso aiuterà te e il tuo cliente a capire il mood del progetto.

La musica è un importante elemento che può influenzare le tue animazioni.

Ha un ritmo definito e alcuni suoni secondari, possono suggerire movimenti inaspettati!

Nel caso avessi già progettato e creato il video, scegli la musica giusta facendoti guidare dai colori, le forme e i testi che hai creato.

7_Impara le basi di regia

Per creare video di motion design d’ impatto, ho trovato utile conoscere le basi di regia.

Sapere le regole base, i principali movimenti di camera e i princìpi del montaggio video, sono skills fondamentali per creare animazioni che funzionano e permetterti di ambire a lavorare in quello che reputi essere il migliore studio di motion graphic in Italia!

Guarda films, leggi libri e soprattutto pratica tu stesso in prima persona questi princìpi, filmando e scattando fotografie!

Questo ambito l’ho trovato particolarmente utile per sviluppare animazioni in 3D!

Certamente puoi “rompere le regole” ma credo che sia opportuno prima conoscerle!

8_Includi del sound design di qualità

Un’arma segreta che aumenterà la qualità delle tue animazioni del 50% o più è includere un sound design professionale.

Proprio come le immagini, il suono è uno strumento potentissimo che spesso viene sotto valutato.

Prendi seriamente in considerazione di lavorare con un sound designer professionale o un’agenzia di sound design e cerca di comunicargli le sensazioni che vorresti venissero trasmesse con la tua animazione.

Il risultato potrebbe essere qualcosa d’ inaspettato e potrai vedere le tue animazioni equipaggiarsi di “super-poteri” e risultare molto più accattivanti per l’osservatore.

Le tue animazioni saranno migliori e il tuo cliente maggiormente soddisfatto!

9_Sei un designer, non un artista!

Spesso pensiamo a noi stessi come artisti ma non è così!

Non siamo artisti, siamo designers e, a volte, ci troviamo a essere esclusivamente degli strumenti!

Un artista crea qualcosa per se stesso e cerca successivamente di capire se qualcuno è interessato all’acquisto del suo lavoro.

Il ruolo del designer, a mio giudizio, è leggermente diverso:

Il nostro punto di partenza è un’esigenza del cliente e noi dobbiamo aiutarlo a comunicare il suo messaggio nella maniera più chiara e accattivante possibile, attraverso visuals e animazioni.

Il nostro stile, necessita di essere adattato alle esigenze di comunicazione del cliente, del brand, del prodotto e del target a cui ci riferiamo.

Questo è l’obiettivo di un designer!

Con questo, non voglio assolutamente dire di evitare devi creare i tuoi progetti personali, anzi! I progetti personali sono importantissimi per sviluppare il tuo gusto personale e implementare le tue skills tecniche, inoltre, nessuno ti vieta anche di venderli e magari diventare ricco!

Quando lavori al prossimo progetto, ricordati che sei un designer e non devi produrre materiale solo per il tuo gusto personale.

Focalizzati sul CLIENTE e non su di TE.

10_Progetta per il tuo target

Come conseguenza del consiglio precedente, il suggerimento è di “progettare tenendo sempre in mente il tuo target.”

Il target è la tua “stella polare” durante tutti i progetti.

Poniti domande quali:

Come comunica il mio target? Quali sono le sue abitudini? Come le percepisce? Quali sensazioni sto cercando di trasmettere?

Quando la tua narrazione e le tue animazioni sono progettate in base al tuo target, non saranno mail sbagliate!

Hai trovato questo articolo utile?